www.telesmunto.tv

venerdì 26 aprile 2019

Le minacce dei Grillini all'editore siciliano Nicola Lo Iacono


Ecco chi sono i Grillini degli incompetenti che aiutati da un comico hanno fondato un movimento politico e adesso si trovano al governo.
mentre mi trovavo sul giornale on line Start-News leggo qualche vecchio articolo dove mi incuriosisce il fatto che questi grillini Piazzesi hanno intimidito con minacce di querele all'editore della testata giornalistica Nicola Lo Iacono, l'articolo risale al 15/06/2017 perciò sono passati due anni, ma voglio mostrarvelo nuovamente per mostrarvi dove può arrivare l'incompetenza e cattiveria.

riporto l'articolo di http://www.startnews.it

Mi occupo di informazione a Piazza Armerina dal 1978, sono stato per anni cronista de La Sicilia e ho scritto per il giornale economico “Quotidiano di Sicilia” su cui per un certo tempo ho anche tenuto una mia rubrica, da dieci anni i miei articoli e i miei servizi vengono pubblicati da Startnews. Non lo considero un  grande curriculum ma abbastanza da ritenermi in qualche modo competente del settore e quando sento giudizi provenienti sul mio operato da gente che non ha nessuna competenza specifica mi viene solo da sorridere. Puoi non essere d’accordo con le mie tesi, posso piacerti o non piacerti ma non puoi giudicare il mio modo di riportare i fatti e le tecniche che uso se non sei un tecnico del settore.
Lo spunto per questa riflessione mi viene dato dalla vicenda dell’articolo pubblicato ieri che raccoglieva una serie di rumors che da un po’ girano in città sull’attività e sui problemi che vive il Movimento 5 Stelle locale. Non mi va di passare come bugiardo o come chi costruisce falsità. E’ possibile sbagliare a volte e a volte è necessario far finta di aver sbagliato ma il raccontare il falso sapendo di mentire è una linea di condotta morale che non mi appartiene e chi mi conosce o mi segue sulla Rete lo sa benissimo. 
  L’idea che non si possano pubblicare indiscrezioni o voci di corridoio è un’idea tipicamente fascista del giornalismo che non posso e non voglio accettare. Quello che ho scritto ieri si racconta in giro sui problemi interni del Movimento 5 Stelle. Se fatti e circostanze sono confermate da più fonti credo che meritino di essere comunicate: usando tanto di condizionale come la deontologia vuole e precisando che non vi è alcun comunicato ufficiale. L’ho fatto con l’amministrazione di Piazza Armerina, con il Partito Democratico non vedo perché il Movimento di Grillo debba meritare un trattamento diverso. 
Altrettanto fascista considero  l’utilizzo della minaccia di querela che viene fatta contro di me nel tentativo di ridurmi al silenzio. Sono minacce che trovano il tempo che trovano anche perché per fortuna la legge è molto severa, come dimostrano recenti sentenze,  con chi querela senza averne una valida motivazione.  
Comunque io non ho paura delle querele, così come in passato non ho avuto paura di altri tentativi di ridurmi al silenzio. Sono qui. Ai miei lettori dico che continuerò a raccontare quello che accade e a riferire giorno per giorno su tutto, compreso sui rumors che circondano i partiti, cercando anche di contribuire affinché un Movimento non diventi un MO-VI-MENTO.

Nicola Lo Iacono


leggi articolo su www.startnews.it

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti mio canale / Mira el mi canal / look the my channel TELESMUNTO