www.telesmunto.tv

martedì 11 luglio 2017

Beppe Grillo spiega il signoraggio bancario


tratto da "Apocalisse Morbida" del 1998

Dichiara di picchiare la moglie: le reazioni dei passanti [ESPERIMENTO SOCIALE]



Ugo Capolupo e l’attrice Irene Maiorino si fingono marito e moglie, dove il marito violento confessa ai malcapitati passanti, di picchiarla. Come reagiscono gli italiani al tema della violenza sulle donne? La legge italiana è preparata a intervenire verso un reo confesso a difesa di una donna? Lo scoprirete soltanto guardando, fino alla fine, questo esperimento sociale.

- marito: Ugo Capolupo

- moglie: Irene Maiorino

- operatori:Ugo Di Fenza e Alessandro Gatto

- assistente di produzione: Nelly Tarasco

- musica: Ciro Riccardi con la collaborazione di Paolo Petrella, Dario De Luca e Pietro Santangelo

Ragazzini salvano una donna dallo stupro (Video)

Sicilia, brucia auto nei pressi del centro “Outlet village”:

Un’altra auto ha preso improvvisamete fuoco, questa mattina intorno alle 11.00,  mentre transitava sulla A19, nei pressi dell’uscita per il centro commerciale “Sicilia outlet village” .
continua a leggere

AVVISO Valguarnera - Disinfestazione centro abitato e zone periferiche


Si informa la cittadinanza che la società Progitec, qualificata in servizi di igiene ambientale, giovedì 13 luglio 2017 dalle ore 22.30 eseguirà la disinfestazione di tutto il centro abitato e delle zone periferiche.
Per una migliore collaborazione si invitano i cittadini a non lasciare aperte porte e finestre e a non lasciare fuori biancheria e animali domestici.
Il Sindaco
Francesca Draia'

Valguarnera - Perché la via Virgilio da strada è diventata” baghiu”?



L' attivista grillino M5S di Valguarnera, Giuseppe Mascio, oggi ci ha inviato un documento protocollato in data odierna presso il comune di Valguarnera, dove riporta un argomento che si associa all' consiglio comunale di ieri sera.

"La convocazione del Consiglio Comunale del 10 -07-2017 dopo essere stata convocata con un lungo ed auspicabile tam tam, si è conclusa con il : rinvio.
Si è discusso su un nome: Arch. o non Arch. Mazza.
La cosa che mi ha colpito di più non è stata la questione dei titoli “laurea e non laurea” (bisognerebbe controllare prima e non dopo) ma la frase buttata li : l’Architetto o Ingegnere Mazza, non ha fatto nulla.
Per quanto riguarda la mia esperienza personale, ha fatto bene a non fare nulla, almeno non ha fatto danni e neanche progresso.
Quelli che erano insigniti di titoli e che hanno portato avanti questo Piano Regolatore dovrebbero spiegare alla cittadinanza ed a quei cittadini che hanno subito le conseguenze come mai, una strada che doveva essere il polmone Valguarnerese, larga ca. 14 metri e stata chiusa con una costruzione che di fatto ha bloccato il proseguimento di detta strada, ed obbligando al richiedente di una concessione a rispettare un allineamento “FASULLO”.
Voi avete tutte le carte ed anche Geometri che sicuramente non hanno dimenticato questa telenovela.
Io sono sempre a Vostra completa disposizione per esibirvi le carte in mio possesso e forse potere pure sapere se nella metà degli anni ottanta (1985 -1989) l’Ingegnere Comunale o chi per lui avesse i titoli era in regola, perché la cosa che mi insospettisce è che ogniqualvolta ho presentato una richiesta mi è stata rigettata con : VISTO IL PARERE LEGALE."


Mi chiedo, se una cosa tecnica è o non è fattibile che c’entra il parere legale… sempre parere è, ed i pareri possono essere divergenti, stava all’ufficio tecnico motivare.

Giuseppe Mascio

"Sguardo di troppo alla moglie", il marito gli stacca l'orecchio „Sguardo di troppo alla moglie, il marito gli stacca un orecchio“

"Sguardo di troppo alla moglie", il marito gli stacca l'orecchio

Lui, lei, l'altro e... un coltello. E' finita nel sangue una lite scoppiata per motivi di gelosia in via Rocco Pirri, nei pressi della stazione centrale. Un palermitano di 47 anni ha aggredito con un coltello, tagliandoli letteralmente il lobo, un tunisino di 31 anni. All'origine del gesto gli sguardi, a quanto pare insistenti, rivolti alla moglie dell'aggressore.
Tutto è accaduto ieri sera. Il 47enne, infastidito dalle attenzioni che a suo dire il tunisino rivolgeva alla sua donna, lo ha affrontato. Non a parole, ma con i fatti. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il palermitano ha preso un coltello e ha raggiunto il rivale. Ha avvicinato il tunisino, posteggiatore abusivo, e lo ha ferito per poi fuggire. La vittima, con il lobo mozzato, ha iniziato a urlare per il dolore destando l'attenzione dei passanti. Sul posto sono giunte diverse pattuglie e il 118. L'uomo è stato soccorso e condotto all'ospedale Civico. Adesso è ricoverato nel reparto di Chirurgia. Gli agenti hanno identificato il presunto aggressore e lo hanno denunciato a piede libero.


Giancarlo Cancelleri intervistato subito dopo la nomina a Palermo

L' ottava edizione de "La Scala della Moda" vinta da Serena Ciarcià e Carmelo Greco



SI È CONCLUSA L’OTTAVA EDIZIONE DE LA SCALA DELLA MODA, A VINCERE IL TITOLO DI MISS E MISTER MODA SICILIA SERENA CIARCIÀ E CARMELO GRECO. DAL PROSSIMO ANNO MISS & MISTER MODA SICILIA DIVENTA CONCORSO NAZIONALE

Cala il sipario sull’ottava edizione de “La scala della moda”, l’elegante passerella del concorso di bellezza “Miss e mister moda Sicilia” promossa dall’associazione culturale Gente di Domani. Una kermesse lunga due giorni che ha visto giungere a Enna, nell’umbilicus siciliae, ragazzi da tutta l’Isola, dalla Campania, Calabria e Puglia. In un’incantevole cornice, piazza del Carmine, resa ancora più bella dal gioco di luci e suoni domenica 9 sono stati eletti i nuovi Miss & Mister Moda Sicilia, Serena Ciarcià e Carmelo Greco. Protagonisti dell’elegante manifestazione la moda e l’arte oltre alla bellezza e simpatia dei partecipanti, 25 ragazze e 23 ragazzi, diversi i ragazzi selezionati che impegnati negli esami di stato non si sono presentati. “Da questo palco è con grande gioia annunciamo che dal prossimo anno il concorso “Miss & Mister Moda Sicilia” diventa nazionale – ha dichiarato l’appassionato direttore artistico, Joselito Pappalardo – Siamo molto fieri del risultato ottenuto infatti il nostro è il primo concorso che dalla Sicilia diventa nazionale”. In otto anni strada se ne fatta tanta, la chiacchierata tra amici in un freddo e lontano gennaio del 2010 si è trasformato primo in un concorso di bellezza provinciale negli anni si è allargato a tutta l’Isola fino al 2017 dove hanno partecipato Campania, Puglia e Calabria. “Un grazie di cuore va alle regioni che hanno aderito, ai ragazzi e alle loro famiglie che tanta strada hanno fatto per sfilare stasera su questa incantevole passerella”, ha commenta il patron Giuseppe Pappalardo che ha ringraziato anche il sindaco Maurizio Dipietro, l’assessore al turismo Paolo Di Venti, presente durante la serata e l’amministrazione tutta per il patrocinio all’evento. I concorrenti sono arrivati da Napoli, Bari, dalle Isole Eolie e da tutte e nove le province. Solo a Enna per le selezioni provinciali si sono iscritti 110 concorrenti, selezionarli è stato un compito davvero arduo. Due giorni di festa in città, i ragazzi hanno sfilato dal Castello di Lombardia sino a Montesalvo, hanno visitato i monumenti storici, pernottando nei B&b ennesi e facendo acquisti nei negozi del centro insieme ai familiari. Ad aprire la sfilata Jessica Ienna, Venere d’Italia 2016 e la designer di gioielli Elisa Rini, Miss Venere d’Italia che hanno indossato degli abiti da sera color del grano, un bellissimo omaggio che l’Istituto professionale Federico II – indirizzo Moda, la scuola partner ufficiale della Scala della moda, ha voluto fare alla Sicilia realizzando questi splendidi capi insieme agli originalissimi abiti rosso Etna realizzati sotto la guida dell’insegnate Placida Faraci . Una grintosa Miele - nome d'arte di Manuela Panuzzo – la cantante finalista del festival di Sanremo 2016, si è esibita in due pezzi “Questa strada” che ha definito la colonna sonora della sua vita e “Grande figlio di puttana”, un omaggio al grande Lucio Dalla. Apprezzati ospiti della serata la crew catanese Renegade Master, fra le più attive e premiate del panorama italiano e il cantante Rino Segreto. Scoppiettante la coppia di presentatori formata dall’attore comico Sandro Vergato e la compagna Barbara Gricoli che con verve e simpatia hanno tenuto alta l’attenzione di pubblico e giuria sopperendo anche ad alcuni problemi tecnici. Nel corso della serata i concorrenti, tra gli applausi del pubblico, hanno sfilato in abito casual, da sera e in costume da bagno. Tante le fasce e i premi consegnati dalla giuria tecnica e dai patron dei concorsi nazionali “Una ragazza per Il cinema”; "Venere d'Italia"; "Mister intimo e Miss lingeria”. Vincitori de concorso: “Miss moda Sicilia 2017”, Serena Ciarcià, 15 anni di Noto, che andrà direttamente alle finali del concorso nazionale “Una ragazza per il cinema” mentre il titolo di “Mister moda Sicilia 2017” resta nell’ennese e va a Carmelo Greco, 16 anni di Catenanuova. Entrambi hanno vinto una bellissima crociera Costa nel Mediterraneo. Al secondo posto Sofia Di Gaetano, la 15enne da Vittoria a cui è andata la fascia di Miss GentediDomani, la giovane modella ama sfilare in passerella ma da grande sogna di diventare nutrizionista, al terzo posto la 21enne Maria Albergo vincitrice della fascia “Miss città di Enna” premiata appunto dall’assessore al Turismo, Paolo Di Venti e selezionata per Miss Lingeria. Per i ragazzi, si aggiudica il secondo posto da Mistretta Salvatore Blando per la fascia “Mister GentediDomani”, al terzo posto invece Michele Chinnici, giù “Mister Web” e nuovo “Mister città di Enna” 2017. Premio speciale alla più piccola delle concorrenti, alla 13enne Gaia Averna, il direttore artistico Josi Pappalardo ha consegnato la fascia di “Miss Moda Junior Sicilia”. Fascia anche per Federico Impellizzeri, premiato da Marina Angelastro, patron del concorso nazionale “Mister Intimo & Miss Lingeria”. All’ennese Marica Truscia è andata la fascia Decò – arena, partners ufficiale della manifestazione e Rosa Maria Calcucci, la 14enne di Gravina Di Puglia si è aggiudicata la fascia dello Sport Cafè. Altro partner della serata Studio61, mentre trucco e parrucco sono stati a cura di Luxury per le ragazze e Gaetano, parrucchiere per uomo. La giuria era composta da: Angelo Grimaldi, in qualità di presidente; il fotografo ufficiale di “Una ragazza per il cinema” Enzo Raineri che ha fatto le veci di Antonino Lo Presti, patron del concorso nazionale; Fabrizio Dia patron del concorso nazionale “Venere d’Italia”; Marina Angelastro patron del concorso nazionale “Mister intimo & miss lingeria”. Dai giornalisti: Angela Montalto, José Trovato, da Catanzaro Vincenzo Maddaloni e ancora Grazia Stella Lombardo, Santina Gloria e Lucrezia Bruno di GentediDomani ed i vincitori della scorsa edizione Alessia Barba e Kevin Campione.
Angela Montalto

Ieri al consiglio si è parlato solo di (p.r.g) e non di Migranti, i cittadini si agitano, il Sindaco risponde ...



Valguarnera 10-07-2017
Tutti vanno al consiglio comunale per ascoltare il dibattito sui Migranti, invece per ben 4 ore si è discusso unicamente sulla problematica del piano regolatore e dell architetto Mazza.
Per ben 3 giorni la cittadinanza era stata invitata al consiglio comunale sia per i migranti ma pure per il (p.r.g) per dare voce al popolo sul commissariamento del comune che è avvenuto qualche settimana fa'. In molti ci sono rimasti delusi perchè si aspettavano il dibattito sui migranti, ed invece ne hanno approfittato per aggiornarsi sui fatti del commissariato. Chi critica il Sindaco, adesso deve stare calmo, giorni fa' tutti mi fermavano per strada e mi mandavano E-mail private perchè volevano sapere news sul commissariamento del comune, adesso che l' argomento è stato approfondito per più di 3 ore, perchè vi lamentate? Ho sentito al telefono il Sindaco, che mi ha detto: "Non immaginavo che il tema trattato sul piano regolatore comunale, non avrebbe dato tempo per discutere del secondo punto sui migranti, i consiglieri hanno chiesto di trattare il punto dell' accoglienza in un' altra seduta di consiglio, che si terrà nei prossimi giorni" 

Ecco l' argomento di ieri, riassunto dal Sindaco Francesca Draià:

In riferimento a quanto dichiarato dai consiglieri di opposizione in diversi comunicati e su diversi siti di informazione online, occorre precisare alcuni fatti e circostanze al fine di rendere l’informazione quanto più corretta, veritiera e reale.
Tengo a precisare che oggi qualcuno vuole addebitare e trovare un colpevole in questa amministrazione, in maniera del tutto strumentale e non veritiera, visto che questa amministrazione sta mettendo in luce aspetti riguardanti la Redazione del PRG che forse non si volevano fare emergere.
Per essere chiari:
La revisione del PRG del Comune di Valguarnera, con delibera di G.C. n. 85 del 02/08/2013, è stata affidata all’allora Responsabile dell’UTC, Nicolò Mazza ed ai suoi collaboratori d’ufficio. Si legge nella suddetta Delibera di G.C. proposta direttamente dal Sindaco pro-tempore, “… considerato che in servizio vi è un Architetto che possiede tutti i requisiti per la redazione del PRG .. … delibera di affidare …”. Si deve presumere che all’epoca del conferimento dell’incarico qualcuno abbia verificato i requisiti posseduti dal tecnico incaricato, tanto da dichiararlo anche nel Decreto di affidamento della revisione del PRG, ma in verità pare non essere così. Infatti, il provvedimento di archiviazione emesso dalla Procura di Enna nel mese di giugno 2017, nel procedimento richiesto dal Consigliere Roccazzella, ha accertato l’assoluta mancanza dei requisiti e dei titoli in capo all’allora Responsabile UTC, ed in particolare è emerso:
… “che nel suddetto Decreto si evidenzia che il sig. Nicolò Mazza risulta in possesso della “Laurea in Scienze dell’architettura” (classe 4 - triennale di primo livello) conseguita il 09/11/2009 e che lo stesso non ha mai ottenuto alcuna abilitazione professionale non risultando iscritto a nessun Ordine Professionale;
…che ancora, nel suddetto Decreto, si legge: “Nondimeno valuterà il Comune di Valguarnera, nell’ambito dei propri controlli dirigenziali interni, circa la legittimità dell’operato del proprio funzionario “dottore in architettura” (non architetto) Mazza Nicolò, fermo restando l’ulteriore controllo dell’Assessorato Regionale cui il P.R.G. va trasmesso (dopo l’adozione dei controlli interni da parte del Comune) per l’approvazione definitiva, trattandosi di atto procedimentale complesso” demandando pertanto il controllo sulla legittimità degli atti all’ente locale;
Inoltre, lo stesso Mazza nella determina 381/2013 in contrasto con la delibera di giunta n. 85 del 02.08.2013 scrive quanto segue: “ …all’interno dell’ente non vi è alcuna figura idonea a redigere il Piano di Zona e non è provvisto di idonei softwer necessari alla redazione degli elaborati necessari,..”, la cosa da attenzionare è che l’incarico viene dato per consulenza Piano di Zona e non per il PRG, cosa che gli organi di controllo devono attenzionare.
Il Decreto della Procura è chiaro e afferma l’unica verità esistente, e cioè che oggi ciò che l’opposizione ha tentato di spacciare per leggerezze e inadempimenti di questa amministrazione sono solo bugie certificate del passato, condite da mancanza di titoli e requisiti, che però vengono certificati con un Decreto come esistenti nella parte in cui si dichiara che “in servizio vi è un Architetto che possiede tutti i requisiti per la redazione del PRG”;
Le falsità, inesattezze più o meno in buona fede e le gravissime irregolarità certificate sono tante, anche sotto l’aspetto della spesa in quanto questa amministrazione non ha speso un solo Euro per il PRG, e non perché non se ne sia occupata, ma al contrario si è tentato di recuperare il lavoro più o meno corretto svolto e gli uffici hanno continuato a lavorare senza percepire alcun compenso.
Questa A.C., non appena insediata, prendendo atto degli atti tecnici ed amministrativi posti in essere dalla precedente Amministrazione, senza alcun pregiudizio di sorta, ma semplicemente nell’interesse pubblico, ha provveduto, con nota prot. n. 13238 del 10/12/2015, a rinviare il P.R.G. redatto dall’allora Responsabile dell’UTC come sopra specificato, all’Ufficio del Genio Civile di Enna, per il parere di competenza, il quale, dopo un’attenta istruttoria, ha nuovamente restituito tutti gli atti del P.R.G. ravvisando problematiche di natura tecnica nella redazione, tra cui aree individuate nel nuovo P.R.G., come edificabili ancorchè soggette a rischio idrogeologico e con seri problemi geologici.
Prescrizioni che hanno fortemente rallentato l’iter di approvazione del PRG, ed in particolare l’ufficio del genio Civile ha evidenziato le seguenti irregolarità:
“-il progetto di Piano, elaborati 6 e 7, non ha tenuto debitamente conto del “Regime vincolistico” delineato negli elaborati 4 e 5 (alcune previsioni impegnano aree in dissesto e vincolate dal Piano per l’Assetto Idrogeologico);
“-dal confronto tra l’elaborato 6 e l’elaborato 7, di P.R.G., emerge l’incongruenza rispetto alla corretta individuazione, sia come localizzazione che come stato di “Esistente” o di “Progetto”, delle “Attrezzature Zona F”, e di “Interesse Generale”, Ig1, Ig2 e Ig3”.

E già questo è sufficiente per smentire ogni notizia falsa e tendenziosa divulgata fino ad oggi.
Altra importante annotazione, è che, con Determine dell’allora Responsabile Tecnico, sono state liquidate le spettanze complessive per la revisione del P.R.G., pari ad € 7.000,00 per la sola progettazione (UTC) ai sensi della citata Delibera di G.C. n. 85/2013.
Nella totale buona fede da parte di questa Amministrazione, al momento dell’attivazione per risolvere la problematica emersa, provvedendo ad affidare l’incarico della redazione della revisione del P.R.G. ad un tecnico qualificato, competente e di comprovata esperienza per superare le “criticità tecniche” evidenziate con la nota ufficiale dell’Ufficio del Genio Civile di Enna al P.R.G., è emersa una nuova ed importante problematica legata alle competenze ed ai titoli posseduti dal progettista del P.R.G. Nicolò Mazza.
Detta problematica, evidentemente con manifesti comportamenti di ostacolo all’iter amministrativo, non si è risolta celermente. Infatti, a suo tempo il Segretario Generale di questo Comune ha richiesto all’ex Responsabile dell’UTC, Nicolò Mazza, il titolo di studio posseduto, le eventuali abilitazioni ed iscrizioni ad Ordini Professionali secondo la norma che prevede il controllo interno degli atti emanati (richiesta opportunamente avanzata anche agli ulteriori soggetti “esterni” all’Ente).
Solo in data 26.06.2017 con Prot. 6795 il Consigliere Roccazzella ha trasmesso al Comune il Decreto di archiviazione emanato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, in merito all’esposto presentato dallo stesso consigliere comunale che aveva manifestato dubbi sui titoli di studio posseduti dal Mazza, già Responsabile del Settore Tecnico, manifestando la probabile illegittimità di alcuni atti emanati a sua firma, tra cui quello più importante il P.R.G.;
Da tale questione, purtroppo emergono inevitabilmente alcune situazioni gravemente dubbiose.
La prima è di natura amministrativa, nascente dalla Delibera di G.C. n. 85/2013 con la quale il Sindaco pro-tempore (proponente) e l’intera Giunta, hanno dichiarato che “…. In servizio all’UTC vi è un architetto …..in possesso di tutti i titoli necessari “ affidandogli l’incarico della redazione del P.R.G., tra l’altro certamente senza grandi risparmi per l’ente tenuto conto della spesa sostenuta di € 7.000,00 per la redazione di una sola parte della revisione del P.R.G., accertato che ad oggi non risulta neanche ottenuto il parere di competenza dell’ufficio del Genio Civile di Enna, perché per ben due volte, ha restituito il P.R.G. al Comune senza alcun parere e che l’Ente è stato costretto a nominare professionisti esterni a supporto dell’Ufficio.
Tale atto oggi risulta gravemente viziato da numerose illegittimità, tra le quali emerge senz’altro la mancanza di verifica delle dichiarazioni deliberate e degli atti presupposti alla nomina del progettista del PRG.
La seconda è tecnica, nascente dall’accertata e grave assoluta mancanza in capo al tecnico (impiegato comunale) proveniente dall’esterno del possesso dei titoli previsti dalla legge, che nonostante tutto si impegna e accetta un incarico quale la redazione di un importante strumento di programmazione come il P.R.G. di un Comune, con specifica remunerazione, esponendosi a possibili conseguenze civili, amministrative e penali, ed esponendo il Comune alla paralisi della procedura per i problemi sopra richiamati.
Non siamo in grado di valutare la buona o la mala fede di tutti i soggetti interessati, ma certamente qualcuno ha commesso gravi errori che hanno determinato un grave danno al Comune e al territorio forse per disattenzione o con volontà incosciente, e in ogni caso l’amministrazione non farà alcuna valutazione sui fatti esposti e sulle persone, valutazione che rimettiamo ai cittadini vittima nuovamente di notizie tendenziose e false tese solo a screditare questa Amministrazione.
Certamente la nota del Genio Civile di Enna è estremamente chiara, vengono evidenziate importanti incongruenze sulla individuazione nel nuovo P.R.G., di alcune aree edificabili pur non avendone i requisiti geologici ed idrogeologici!
Purtroppo, da quanto siamo al governo di questa città, a questo tipo di interrogativi abbiamo imparato anche a dare le risposte! Ma le migliori risposte le daranno i cittadini ancora una volta oggetto delle bugie di pochi che distorgono la realtà con scarsissimi risultati.
In queste condizioni, che ben vengano il Commissario ad acta nominato dall’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente, Sua Eccellenza il Prefetto, tutti gli organi di controllo.
A chi mente sapendo di mentire, e se non lo sa le circostanze sono altrettanto gravi perché non conoscono gli atti e predicano false verità, diciamo che non è necessario continuare a mentire perché l’atto approvato nel 2014 e tutti gli atti presupposti sono nulli, ed è la nullità degli atti che ha provocato danni economici all’ente, perdita di tempo all’ufficio e a tutti coloro che hanno dato un contributo alla redazione del PRG e dispendio di denaro pubblico senza nessuna concreta utilità pubblica, ed infatti dai fatti accertati è necessario avviare tutte le azioni per la richiesta di risarcimento dei danni causati all’ente da parte di tutti i protagonisti della vicenda, oltre agli ulteriori aspetti di altra natura.
In conclusione, vale anche la pena informare chi legge, sulla menzogna indicata nell’articolo di stampa, in cui si dice che il P.R.G. è uno strumento propedeutico per l’ottenimento dei finanziamenti, totalmente falso, la redazione della revisione del P.R.G. è semplicemente un obbligo di legge ed in assenza, permane vigente il P.R.G. approvato dall’Assessorato con apposito Decreto Assessoriale.
Vale la pena ricordare che questa Amministrazione, già l’anno scorso, ha ottenuto un finanziamento di oltre € 1.300.000,00 per la ristrutturazione della scuola G. Mazzini, ad oggi ancora in attesa dell’apposito Decreto Regionale.
Valguarnera, lì 10.07.2017

Il Sindaco
Dott.ssa Francesca Draià


Oggi sono iniziati i lavori di ripristino segnaletica orizzontale e del decoro urbano


A Valguarnera sono iniziati i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale in varie strade della cittadina. In particolare il primo stralcio prevede, Piazza della Repubblica, via Garibaldi, via Sant' Elena, e tutti gli altri parcheggi che ci sono in giro per il paese, i lavori proseguiranno anche nei giorni a seguire in altre zone del paese. Sono iniziati pure i lavori per la pulizia della sterpaglia e delle piante infestanti lungo le banchine stradali di alcuni punti del paese, in particolare al canale nei pressi della rotonda. Si tratta di un operazione che consentirà di migliorare la viabilità aumentando la sicurezza, migliorando il colpo d' occhio di alcune zone attraverso il ripristino del decoro urbano.










Antonio Bevilacqua: "La Sicilia ha bisogno di cambiamento, stop al clientelismo"

Patrizio Cinque: "Taglieremo gli stipendi e i vitalizi dei parlamentari Siciliani"

Enrico Vergari: "Se non segui la politica o hai le mani in pasta oppure sei un bue" (M5S di Catania)

Giuseppe Sicilia : "Noi siamo coerenti, la politica è l' arte di saper governare i popoli"

Ignazio Corrao parla dei migranti in Sicilia e fa proposte di buonsenso

La Senatrice M5S Nunzia Catalfo: "Il cambiamento è dietro le porte"

Il Senatore M5S Mario Giarrusso : "Crocetta il peggior presidente della Storia"

Monica Infalletta : "Il cambiamento ci sarà, siamo fiduciosi"

Francesco Tinè M5S dice no ai migranti in Sicilia: "I nostri figli non devono andare via"

CONCERTO DI ELENA PRESTI ESTATE 2017 A ROMA...


CONCERTO DI ELENA PRESTI ESTATE 2017 A ROMA...
PRENOTATE VISTO LE TANTE RICHIESTE CHE ABBIAMO CIAOOO.. PARCO TIRRENO LA PIU GRANDE LOCATION DI ROMA 20 MILA METRI QUADRI... UN GRANDE SHOW CIAOOOO 

Iscriviti mio canale / Mira el mi canal / look the my channel TELESMUNTO