www.telesmunto.tv

venerdì 2 giugno 2017

Scoperto l'ormone dell'invecchiamento, lo sport lo mette ko


Individuato l'ormone dell' invecchiamento e viene messo a Ko dall'attività fisica. La scoperta, messa a punto dai ricercatori del Vimm, l'Istituto molecolare veneto, e dell'università di Padova, è pubblicata su 'Cell Metabolism' e apre rivoluzionari scenari per vivere meglio e più a lungo.

    Era noto che il deterioramento dei mitocondri, cioè delle centrali energetiche di ogni cellula, fosse legato all'invecchiamento. I team di Marco Sandri e Luca Scorrano, hanno scoperto che la causa è la produzione di un ormone chiamato FGF21 che a sua volta scatena l'invecchiamento dell'intero organismo. Non solo: i ricercatori hanno anche scoperto che l'ormone rimane a bassi livelli se si svolge regolare attività fisica.
    "Lo studio - spiega Sandri dell' Università di Padova - ha evidenziato la doppia vita di FGF21. Per anni si è pensato che questo ormone fosse prodotto solo dal fegato e dal grasso e che avesse un'azione benefica, migliorando il metabolismo di grassi e zuccheri. Oggi sappiamo che invece che l'FGF21 è prodotto anche dai muscoli e i suoi valori sono elevati negli anziani sedentari e bassi in quelli attivi. Inoltre quando questo ormone è prodotto dal muscolo, esso manda un segnale di invecchiamento a tutto l'organismo". Quando i livelli di FGF21 nel sangue sono alti per lungo tempo, l'organismo risponde con l'invecchiamento della pelle, del fegato e dell'intestino, perdendo neuroni, e con un'infiammazione generalizzata. "Tutto questo - sottolinea Sandri - accorcia drasticamente la vita". Bloccando la produzione di FGF21, i ricercatori hanno arrestato molti dei segni di invecchiamento a livello di cute, fegato, intestino e cervello.
    Il prossimo step dei team è realizzare farmaci che contrastino l'invecchiamento anche per chi è impossibilitato ad esercitare una regolare attività fisica.


Fonte: www.ansa.it

Germania, bloccato il festival Rock am Ring per "minaccia terroristica"

Interrompono il festival della musica in Germania:"il Rock am Ring" che si tiene nel circuito automobilistico di Nuerburgring, a Nuerburg. I Migliaia di fan che stavano assistendo, si sono visti interrompere la musica e hanno sentito all' altoparlante  "abbandonare il posto in modo controllato e calmo,". "A causa di una minaccia terroristica, la polizia ha deciso d ' interrompere il festival"
Un festival che prevedeva per questo fine settimana l' arrivo di circa 85.000 persone da tutto il mondo, alla fine hanno tutti abbandonato in modo calmo e ordinato, come mostrano le immagini che circolano sui social e internet.

Leggi su ansa.it

Anna Falchi, ci svela il segreto del successo e della sua bellezza


Anna Falchi intervistata da me qualche anno fa, durante uno spettacolo a Caltanissetta, vi invito a vedere questo video dove Anna da alcuni consigli per diventare famosi nel mondo dello spettacolo e del cinema.

Tutti contro Trump, "Esco da Parigi per proteggere l' economia Americana.

Tutti contro Trump per la scelta di uscire dall' accordo sul clima di Parigi, il nostro premier Italiano Paolo Gentiloni dice: "C'è un accordo, quello di Parigi sul clima. che va mantenuto e noi lo manterremo, spero che gli Stati Uniti possano rivedere la posizione che hanno preso", si lamentano tutti, le associazioni, istituzioni, ong, mondo religioso, dicono che la decisione che ha preso ieri Trump sia sbagliata. invece il presidente USA è un grande, al G7 aveva detto di chiudere le frontiere in Italia, ed e' stato deriso, adesso esce dal clima e viene criticato, secondo il mio punto di vista, Donald Trump è serio ed onesto, sapete la parte finanziaria per il mantenimento del progetto a quanto ammonta? 100 miliardi di dollari all' anno, e la quota che dovra' uscire l' America è d' avvero alta, allora Trump dice:"l'accordo siglato nel 2015 da 195 Paesi sotto l'egida dell'Onu come una congiura per danneggiare economicamente l'America" ormai ha capito la mentalità che hanno dalle nostre parti. Non significa che se è uscito, abbia questa voglia di danneggiare il nostro pianeta, lui stesso ha detto durante il suo discorso nel Giardino delle Rose  "Per compiere il mio solenne dovere di proteggere l'America e i suoi cittadini, gli Stati Uniti si ritireranno dall'accordo sul clima di Parigi ma avvieranno negoziazioni per rientrare nell'intesa parigina o per una transazione completamente nuova con condizioni eque per gli Usa", ha dichiarato Trump denunciando, ad esempio, termini non sufficientemente stringenti per la Cina.

La Porche usa gli Ibeacon, JACKY è la società che vi può aiutare a sviluppare un sistema simile

Anche la Porsche usa Ibeacon, come vedete nel filmato video che ho postato qui sotto, questo nuovo strumento di comunicazione, posizionato nel museo della Porche, e dopo aver installato l' app, quando un visitatore passa gli arriva la notifica sul proprio smartphone con tutte le informazioni dell' autovettura, veramente eccezionale. Questo si puo' applicare in qualsiasi attività commerciale, per invogliare il proprio cliente ad acquistare un determinato prodotto, magari ad un vostro commesso puo' sfuggire qualche informazione quando parla con il cliente, grazie a questa nuova tecnologia, si dimezzeranno gli errori che un tempo si potevano commettere, il cliente avra' in poco tempo le informazioni che cercava su quel determinato prodotto, ed è stato scientificamente approvato che si ha un aumento dell' 80% su ogni cliente che un tempo rimbalzava uscendo dal negozio insoddisfatto. Che cosa aspettate contattate l' azienda Italo/Spagnola www.jacky.es per avere maggior informazioni al riguardo

Antonella Salvucci la protagonista femminile del film MILANO IN THE CAGE


Questa è la seconda cartolina digitale della collezione del film "Milano in the Cage", con la presenza della bella attrice Antonella Salvucci

E' uscito al cinema il 25 maggio “Milano in the cage”, il nuovo film di Fabio Bastianello, il primo realizzato sulla Mma in Italia, con Alberto Lato, Cristian Stelluti, Antonella Salvucci, Federica Strozzi, Claudio Alberton, Max Greco, Lorenzo Bastianello, con la partecipazione speciale di Omar Pedrini, Roberto Nosenzo, Emiliano Ronchi, Alex Celotto.

Antonella Salvucci la protagonista femminile Con Alberto Lato ( protagonista) il Vero fighter di MMA, ha interpreto il ruolo di simona la ex moglie del fighter, una donna manager dal passato oscuro, ma che ottiene una rivalsa tramite la sua professione.

Mentre il protagonista Alberto Lato ha avuto una vita molto difficile che lo ha portato ai margini della società di una Milano notturna e cruda, lui cerca un riscatto sociale e lo otterrà grazie allo sport,
anche se questo è uno dei sport estremi e senza regole.

Trailer ufficiale di MILANO IN THE CAGE

Trama
Il film, tratto da una storia vera e distribuito da Overall Pictures, in collaborazione con BTF e WTKA, è ambientato a Milano. Immersi nella lenta agonia economica di una città iperattiva anche nei suoi aspetti più negativi di degrado e povertà. Alberto, o Al, 36 anni, esperto di arti marziali, guardia del corpo e buttafuori, non si è risparmiato nulla, nemmeno lo scendere a compromessi con la malavita. Milano in the Cage – The Movie è la storia di Al, un padre che ha mancato di essere padre e che vuole recuperare il tempo perduto. La disciplina estrema di MMA, Mixed Martial Arts, sarà una possibile via di fuga da quel mondo di clandestinità. L’occasione per riscattarsi arriva con la finale del torneo Milano in the Cage, un incontro realmente combattuto per il film e il cui risultato finale rimarrà  si scoprirà solo al suono del gong.


Ecco altre foto che ci ha mandato la bellissima protagonista Antonella Salvucci 








Jacky Information Technology di cosa ci occupiamo

Sviluppiamo progetti mirati in ambito digitale collaborando con istituzioni, aziende ed utenze private.
Realizziamo prodotti personalizzati capaci di rispondere alle specifiche esigenze in ambiti produttivi ed organizzativi. Il nostro team ama la bellezza e la integra alla creatività e a una solida esperienza tecnologica, per offrire soluzioni visivamente belle e tecnicamente efficienti per l’incremento delle vendite. Studiamo attentamente il cliente, il prodotto e il mercato per fornirgli le idee e gli strumenti più efficaci per raggiungere gli obiettivi.

Visita il sito www.mycanarias.com

Trump esce dall' accordo di Parigi, ecco il post su facebook

Leggete il post che scrive Donald Trump qualche istante fa sulla sua pagina ufficiale di facebook: 
"E ' tempo di uscire dall'accordo di Parigi e il tempo per seguire un nuovo accordo che protegge l'ambiente, la nostra società, i nostri cittadini, e il nostro paese. #Americafirst"

Documentario - Mafia latitanza e cattura di Bernardo Provenzano



Bernardo Provenzano, detto Binnu u' Tratturi (Bernardo il trattore, per la violenza con cui falciava le vite dei suoi nemici), Zu Binnu (Zio Binnu) e Il ragioniere (Corleone, 31 gennaio 1933 – Milano, 13 luglio 2016[2][3]), è stato un criminale italiano, membro di Cosa nostra e considerato il capo dell'organizzazione a partire dal 1993 fino al suo arresto, avvenuto nel 2006.


Arrestato l'11 aprile 2006 in una masseria a Corleone, Provenzano era ricercato dal 10 settembre 1963, con una latitanza record di 43 anni. In precedenza era già stato condannato in contumacia a 3 ergastoli e aveva altri procedimenti penali in corso.
Secondo le indagini dell'epoca dei Carabinieri di Partinico, Provenzano trascorreva la sua latitanza prevalentemente nella zona di Bagheria ed effettuava ingenti investimenti in società immobiliari attraverso prestanome per riciclare il denaro sporco; sempre secondo le indagini, le società immobiliari restarono in intensi rapporti economici con la ICRE, una fabbrica di metalli di proprietà di Leonardo Greco (indicato dal collaboratore di giustizia Totuccio Contorno come il capo della Famiglia di Bagheria).



Nel 1981 Provenzano e Riina scatenarono la cosiddetta «seconda guerra di mafia», con cui eliminarono i boss rivali e insediarono una nuova "Commissione", composta soltanto da capimandamento a loro fedeli; durante le riunioni della "Commissione", Provenzano partecipò alle decisioni e all'organizzazione di numerosi omicidi come esponente influente del "mandamento" di Corleone e protesse più volte con l'intimidazione la carriera politica di Vito Ciancimino, principale referente politico dei Corleonesi: infatti negli anni successivi il collaboratore di giustizia Nino Giuffrè dichiarerà che Riina e Provenzano «non si alzavano da una riunione se non quando erano d'accordo».
Nel 1993, dopo l'arresto di Riina, Provenzano fu il paciere tra la fazione favorevole alla continuazione degli attentati dinamitardi contro lo Stato (Leoluca Bagarella, Giovanni Brusca, i fratelli Filippo e Giuseppe Graviano) e l'altra contraria (Michelangelo La Barbera, Raffaele Ganci, Salvatore Cancemi, Matteo Motisi, Benedetto Spera, Antonino Giuffrè, Pietro Aglieri): secondo il collaboratore di giustizia Vincenzo Sinacori, Provenzano riuscì a porre la condizione che gli attentati avvenissero fuori dalla Sicilia, in "continente", mentre l'altro collaboratore Salvatore Cancemi dichiarò che, durante un incontro, lo stesso Provenzano gli disse che "tutto andava avanti" riguardo alla realizzazione degli attentati dinamitardi a Roma, Firenze e Milano, che provocarono numerose vittime e danni al patrimonio artistico italiano.



Dopo gli arresti di Leoluca Bagarella, Giovanni Brusca e Vito Vitale, Provenzano avviò la cosiddetta "strategia della sommersione" perché mirava a rendere Cosa Nostra invisibile dopo gli attentati del 1992-93, limitando al massimo gli omicidi e le azioni eclatanti per non destare troppo l'attenzione delle autorità al fine di tornare a sviluppare gli affari leciti e illeciti: tale strategia venne decisa nel corso di alcuni incontri a cui parteciparono lo stesso Provenzano insieme con i boss Benedetto Spera, Nino Giuffrè, Tommaso Cannella e il geometra Pino Lipari, il quale non era ritualmente “punciutu” ma poteva partecipare agli incontri perché era il prestanome più fidato di Provenzano.

Documentario sulle condizioni dei carcerati, sovraffollamento, pene detentive, punizioni, regime carcerario.


Documentario sulle condizioni dei carcerati, sovraffollamento, pene detentive, punizioni, regime carcerario.

Su e giù per l'Italia le situazioni viste direttamente nelle celle con i detenuti che affrontano ogni giorno difficoltà e problemi mentre scontano la loro pena che sembra non passare mai, in cerca di un riscatto sociale che sembra non arrivare mai.
Detenuti che passano talmente tanto tempo in carcere che quando escono hanno perso il contatto con il mondo, hanno paura ad uscire dalla cella e una volta fuori si rifugiano in casa.
Situazioni difficili di persone anziane che probabilmente non usciranno mai da vivi dal carcere, persone lasciate in celle anguste, avanti con l'età e malati.
In carcere spesso vengono in contatto detenuti veri con detenuti occasionali, persone che hanno difficoltà ad integrarsi in questo microcosmo pieno di regole e usanze, situazioni che cambiano la vita delle persone, entrate per un banale incidente stradale e soggiogati da un sistema che invece di educare li ha portati a peggiorare.

Francesco Totti al militare con due ragazzi di Enna, Stefano Gervasi e Luigi Savoca


Ho appena letto un articolo che parla di Totti, dove due ragazzi Ennesi hanno fatto il militare insieme a lui, parlo degli ex giocatori di Pallamano Stefano Gervasi e Luigi Savoca che nel 1998 quando Totti era già un calciatore richiesto addirittura dal Real Madrid hanno svolto con lui il militare al Gruppo Sportivo della Cecchignola a Roma, per ben 11 mesi hanno fatto la "naja" insieme a lui, dicono i due che Francesco Totti era un ragazzo semplice e modesto, mentre gli altri giocatori di serie c parlavano di auto, orologi lussuosi lui invece andava a giocare a carte con l' altro gruppo di ragazzi "normali" credo che sia rimasto cosi. conclude stefano: "ho tentato diverse volte ma purtroppo è diventato “inavvicinabile”. Ma spero che capiterà un’altra volta dove potrò avere il piacere di rivederlo e salutarlo perché per me rimane ancor prima che un grande campione, un grande uomo”.


Ibeacon, il nuovo modo di comunicare

È l'ora di ibeacon
Compromettere e mantenere i visitatori!
Comunica le promozioni e le attività direttamente sul tuo smartphone
Soluzione per qualsiasi attività..
Musei, palestra, resort / hotel, eventi
Grazie a ibeacon, le aziende possono avere una via diretta, in modo semplice ed efficace per capire ciò che sono anche i suoi clienti in tempo reale e individuare esattamente dove sono nel negozio / hotel. È qui che la marca ha in mano tutte le informazioni per costruire una strategia di comunicazione con l'invio di offerte, messaggi e contenuti creati solo per lui.
Visita il sito www.mycanarias.com

Tenerife, Jacky Information Technology parlano di loro i giornali locali



Jacky Information Technology si concentra sulla professionalità

Attraverso uno spazio pubblicitario, le informazioni che la società vuole dare ai lettori della rivista.





Visita il sito www.mycanarias.com  o  www.jacky.es


Avete mai notato che... un Cinese - da Lambrenedetto XVI


Avete mai notato che... un Cinese 

Un Cinese non aggredisce e stupra ragazze, si fa gli affari suoi, non disturba la gente, lavora, paga tutto tranne le tasse, non gira ubriaco, non ammazza Italiani e non viene a rubarti di notte ... 

Break out rialzista su nuova Zelanda yen giapponese finalmente dopo una settimana

Da tempo seguivo questo cross mi ha fatto guadagnare ma veniva respinto sulla resistenza posta a 0.78890 oggi invece a rotto gli indugi target fissato a 0.80

Toto' Di Fidi

PARATA 2 GIUGNO 2017 INNO BOCELLI E FRECCE TRICOLORE - FESTA DELLA REPUBBLICA


PARATA 2 GIUGNO 2017 INNO BOCELLI E FRECCE TRICOLORE - FESTA DELLA REPUBBLICA

PARATA 2 GIUGNO 2017 CORAZZIERI SALUTO AL PRESIDENTE - FESTA DELLA REPUBBLICA


PARATA 2 GIUGNO 2017 CORAZZIERI SALUTO AL PRESIDENTE - FESTA DELLA REPUBBLICA

PARATA 2 GIUGNO 2017 SFILATA BERSAGLIERI - FESTA DELLA REPUBBLICA


PARATA 2 GIUGNO 2017 SFILATA BERSAGLIERI - FESTA DELLA REPUBBLICA

FESTA DELLA REPUBBLICA/ Oggi 2 giugno 2017

FESTA DELLA REPUBBLICA, OGGI 2 GIUGNO 2017: LA MOSTRA DEGLI ALPINI - Sono tante le città che in occasione della Festa della Repubblica prevedono cerimonie e festeggiamenti. Fra queste anche Bergamo, che riunirà i propri concittadini in Piazza Vecchia a partire dalle 10 di domani. L'evento vivrà lo schieramento di diversi reparti di formazione delle autorità nazionali, ovvero le Forze Armate, i Gonfaloni del Comune e della provincia di Bergamo, dei Corpi Armati e Civili e dei Medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, oltre che ai Labari. Il programma, riportato nel dettaglio da Bergamo News, prevede inoltre una mostra organizzata dall'Associazione Nazionale Alpini nella fascia pomeridiana. Dalle 14:30 i cittadini e i visitatori potranno infatti assistere a "Cent'anni fa... La Grande Guerra 2017", che rimarrà aperta fino al prossimo 3 giugno. Il Palazzo Frizzoni prevede invece un'esposizione dei manifesti storici creati appositamente per le celebrazioni del 2 giugno, oltre che a prevedere delle visite guidate per l'evento "Bergamo a porte aperte" organizzato dal comune e dal Liceo Linguistico Giovanni Falcone. [Agg. di Morgan K. Barraco]

Beppe Grillo a Palermo per Ugo Forello (Mercoledì 7 alle 21.00)

BEPPE GRILLO A PALERMO
Segna la data, arriva Beppe in città! Mercoledì 7 giugno non perdete l'appuntamento con Beppe Grillo in piazza a Palermo. Alle 21.00 ci ritroveremo in via Renato Guttuso, davanti il Velodromo "Paolo Borsellino", per sostenere la candidatura di Ugo Forello, sindaco di Palermo. Sarà una serata incredibile, aperta a tutta la cittadinaza, e con la presenza degli attivisti del MoVimento 5 Stelle, i portavoce e i candidati alle prossime elezioni.

Dateci una possibilità! Venite a conoscere le nostre idee e i nostri programmi per cambiare Palermo. Noi siamo pronti!

Evento facebook

Iscriviti mio canale / Mira el mi canal / look the my channel TELESMUNTO