Il Blog delle Isole Canarie

Il Blog delle Isole Canarie
Visitalo subito

domenica 15 marzo 2015

La Politica con la schiena dritta, Bruno: "la mia candidatura espressione della società civile".

Angelo Bruno
Non mi è mai piaciuto che fossero altri a decidere come doveva essere questo paese in cui anch’io vivo, il tempo di delegare altri è scaduto. In queste infuocate settimane di campagna elettorale, sento troppo spesso dire che è impossibile cambiare. Diciamo le cose come stanno: Impossibile è una parola pronunciata da piccoli uomini che non hanno il coraggio e la voglia di cambiare. Noi giovani per troppo tempo siamo stati distanti dalla politica e capaci di adattamenti ormai scomodi e ingiusti. È il momento di non essere più il volto buono di una generazione corrotta e lenta, adesso dobbiamo essere il volto di una generazione nuova e coraggiosa che rifiuti il ruolo di burattino. Sono consapevole che quello che ci aspetta, è una sfida culturale che necessita di un lungo processo di cambiamento che la nostra comunità aspetta da anni. Lo scopo della mia eventuale candidatura è quello di dar voce al cambiamento possibile, ad un nuovo modello di politica che non guardi più all’ interesse dei singoli, ma al bene del paese. Una politica che ha il coraggio di essere finalmente trasparente, restituendo fiducia, speranza e spazi di partecipazione attiva e responsabile, una politica coraggiosa con la schiena dritta. Sono uscito dal Partito Democratico perché nutro in me l’idea che la nuova alternativa di governo deve essere guidata dalla società civile e non dai soliti mestieranti della politica, una alternativa quindi credibile rispetto al PD, che si è suonato da solo il de profundis con le primarie, e nuova rispetto all'attuale giunta Leanza. Valguarnera può rinascere se riparte da tutte quelle forze positive e libere dai soliti vincoli come il mondo delle associazioni, i giovani pronti grazie alle loro idee al rilancio delle nostra comunità, alla cultura come segno forte dell'appartenenza ad una realtà che si mette in gioco pure nei momenti difficili e a seguire tutte le altre forze di cui è ricco il nostro paese. In un momento difficile per la politica, per le istituzioni , sapere che vi sono ancora persone che decidono di voler dedicare un po del loro tempo per gli altri, distribuisce speranza e fornisce segnali positivi. Per questo faccio gli auguri a tutti coloro che decideranno di candidarsi liberamente senza pressioni e compromessi. Il mio impegno politico è già partita molto tempo fa, ascoltando le esigenze, le paure, le idee e i sogni di tutti i cittadini perché a rendere grande un progetto non sono i voti ma le persone con la propria Storia personale.